. haiku

L’haiku è un’antica forma di poesia giapponese che in soli tre versi e diciassette sillabe totali
racconta un gesto, una visione, un momento unico.

L’haiku può ricordare la filastrocca, invece è proprio una poesia, divertente da leggere e
semplice da realizzare; tutti possono farlo, è sufficiente saper dividere le parole in sillabe.

L’haiku libera dalla paura di dover dire cose importanti, dal non sapere quando è il momento di
andare a capo, dalla ricerca della bella rima. Nessun titolo, niente rime, l’haiku non cerca il
lirismo ma attenzione. Fermarsi, osservare, cogliere un momento, un gesto, un avvenimento
minimo e scrivere. Un qui e ora che diventano poesia.

L’haiku è la maniera ideale per avvicinare adulti e bambini a giocare con le parole e al componimento poetico.

Questo laboratorio introduce alla pratica di comporre haiku e prende l’avvio da due libri:

Un gatto nero in candeggina finì… e Haiku in bicicletta, due raccolte di haiku divertenti e profondi, surreali e a volte buffi.

Il laboratorio è suddiviso in tre parti: nella prima si prende confidenza con gli haiku, attraverso la lettura di alcune poesie tratte dai libri.
Nella seconda parte si spiega come “funzionano” gli haiku.
Nella parte conclusiva si prova a creare degli haiku, e ogni partecipante ne troverà almeno
uno, chi prenderà più confidenza con il metodo ne troverà tanti e non si fermerà più…

Destinatari: tutti

Durata: un’ora abbondante per incontro.

Ambienti e materiali occorrenti: Fogli bianchi (anche di recupero), penne o matite.

Bibliografia di riferimento:

Pino Pace, Un gatto nero in candeggina finì… 35 haiku per bambini di ogni età, illustrazioni di Tai Pera, Edizioni Notes, Torino, 2012.
Pino Pace, Haiku in bicicletta, foto di Enrico Martino, Edizioni Notes, Torino, 2014.

Per informazioni contattami!